Life in modern England part 21 – Le offerte di lavoro

Cari amici, oggi parleremo delle offerte di lavoro in lingua inglese. Come avrete già capito, i nostri amici inglesi hanno una concezione particolare del modo in cui bisogna usare la lingua. Ciò vale particolarmente negli ambiti fighetti corporativi.

Un esempio di tale mentalità viene dalle offerte di lavoro, che usano un linguaggio particolare in modo da ammantarsi di un’aria di professionalità e mistero anche quando stanno cercando personale importante per l’ufficio o stagisti.  Per vostra grande fortuna, oggi il Rettiliano Verace vi insegnerà cosa vogliono dire tutte quelle frasi misteriose che si trovano nelle offerte di lavoro! Non che ve ne fotta niente, siete un branco di coglioni sotto benefits la cui massima aspirazione è servire ò cafè annero nella bettola di Don Ciro ò camorrista… Vabbè, ogni scrittore ha i lettori che si merita.

 

Entry level job

Questo è l’equivalente del nostro “cercasi apprendista con esperienza”. Il titolare ha bisogno di qualcuno che gli faccia un lavoro, ma vuole pagarlo con sputi in faccia e biglietti usati del tram. Se vi assumeranno, pretenderanno che voi ne sappiate più di un esperto, vi pagheranno meno di un lavacessi e vi tratteranno di merda dato che vi stanno “insegnando il mestiere”. Ovviamente, faranno di tutto per spremervi senza insegnarvi niente, non sia mai che iniziate a chiedere una paga decente. Dopo un po’, vi renderete conto che la paga è da entry level, ma il lavoro non lo è. Evitate pure di chiedere un aumento o un contratto decente, è più probabile che il titolare vi faccia trombare sua figlia.

 

Fast-paced environment

Il posto di lavoro è un inferno dantesco, con dieci persone che lavorano nello spazio per cinque persone, con le risorse di quattro persone e facendo il lavoro di venti persone. Sono tutti isterici, urlano tutti come pazzi, sono costretti a fare ore di straordinario non pagato per rientrare nel carico di lavoro, e hanno un bisogno disperato di qualcuno che li aiuti. Il problema è che nessuno ha il tempo per inserire il nuovo arrivato, non ci sono le risorse per farlo lavorare, il budget è già finito e nessuno ha idea di come inserire il nuovo arrivato, dove e perchè. In compenso, se sapete imboscarvi bene e fare finta di lavorare nessuno vi verrà a scassare la minchia finchè il titolare non si farà i conti e non vedrà che essenzialmente non avete portato nessuna differenza sul carico di lavoro. Insomma, il posto perfetto per un parassita furbo con tanta parlantina.

Un’altra caratteristica è il cambiare continuo delle idee e degli obiettivi aziendali a seconda delle liti interne tra i manager. Vi può capitare di passare tutta la mattina a fare un lavoro, e tutto il pomeriggio a disfarlo perchè la moglie del manager ha cambiato idea. Tanto vi pagano uguale, ma per uno che ci tiene a fare un buon lavoro ciò è una tortura.

 

Looking for a self starter

Il titolare aveva una sola persona che sapesse fare andare avanti la baracca a prezzo di sforzi inenarrabili. Purtroppo lo ha spremuto tanto e gli ha rotto tanto i coglioni che quello è finito in manicomio con la camicia di forza, oppure si è licenziato. La risposta del titolare è stata: “Ah, ma chi cazzo ti credi di essere, tanto ne trovo quanti ne voglio che facciano il tuo lavoro!

Adesso, la ditta è in condizioni di emergenza. Il sistema che prima funzionava ora è andato completamente a puttane, e nessuno sa cosa fare. Non ci sono manuali, non ci sono guide, tutto è stato modificato manualmente, e l’unica persona al mondo che potrebbe aiutarvi si trova in una stanza imbottita con un’infermiera che gli sta iniettando le benzo. Oppure, la persona che c’era prima di voi sta benissimo, ma non si sognerebbe mai di aiutarvi perchè vuole solo che la ditta fallisca e il titolare finisca per vendere il culo.

Questa situazione potrebbe volgersi a vostro vantaggio se siete abbastanza esperti da scardinare via il vecchio sistema e costruirne un altro a partire da zero, ma si tratta di un lavoro enorme. Tra parentesi, se quello che c’era prima se ne è andato probabilmente aveva ottimi motivi per andarsene.

 

We work hard, we party harder

L’ambiente di lavoro è un tale inferno che l’unico modo possibile per sopravvivere è farsi di cucaina tutta la settimana e passare tutto il weekend a stordirsi di calmanti o a ubriacarsi fino allo svenimento. Tale situazione è comune tra i venditori, ma si trova anche in altri ambiti.

FATTORI A SFAVORE: Dovete avere a che fare tutto il giorno con gente rincoglionita e paranoide. In poco tempo comincerete a somigliare a Lapo Elkhan. Le emorragie nasali sono fastidiose.

FATTORI A FAVORE: Nessuno si farà problemi quando andrete al lavoro ubriachi e pippati. Di solito c’è anche lo spaccino aziendale. Si fanno dei bei soldi, ma vanno via molto velocemente.

 

Salary up to XXX pounds per year

Pagano a commissione. Devo dire altro?

 

Be your own boss

Pagano a commissione, e devi pure pagare per attrezzature, formazione e altro.

 

Looking for somebody who can commit

Non riusciamo a tenerci le persone, dato che le trattiamo di merda e le paghiamo a sputi in faccia. Tutti quelli che non sono disperati se ne vanno schifati in tempo niente. Gli unici che restano non sanno fare assolutamente niente e hanno mentito come puttane sul CV. Vogliamo qualcuno che rimanga, qualcuno che capisca come lavorare per noi sia un ONORE! Altro che chiedere paga e trattamento decenti! Dovreste essere voi a pagare noi per consentirvi di lavorare in una ditta meravigliosa come questa!

 

Get on with a wide range of personalities

Cerchiamo qualcuno che sappia lavorare in team insieme a un sadico coprofilo, a un uomo che si lava due volte l’anno, a un nu-male femminista e a un cocainomane isterico con gli attacchi di paranoia. Dovete saper fare teamworking, qualunque cosa essa sia.

 

Looking for a motivated individual to start with immediate effect

Non abbiamo tempo e risorse nemmeno per spiegarvi dov’è il bagno. Rispondete solo se siete in grado di iniziare a lavorare immediatamente senza nemmeno un secondo di formazione. Quello che c’era prima se ne è andato sbattendo la porta dopo avere scugnato la faccia al project manager con un cazzotto. A proposito, cerchiamo anche un project manager.

 

An opportunity to join the business at an exciting time of transition

Uno dei vecchi manager se ne è scappato a Capo Verde con i soldi, le puttane e tutta la cucaina che c’era in cassaforte. Metà dei dipendenti si sono licenziati, gli altri non sanno che pesci pigliare. Non ci capisce più un cazzo nessuno, e se chiedete cosa si deve fare vi arriveranno dieci risposte differenti. Non sappiamo neanche se ci sarà ancora la ditta nei prossimi due mesi. I pochi dipendenti che sono rimasti sono scazzati a morte, stressati e impauriti. Non provate a parlarci, o vi prenderanno a sberle.

 

Customer focused

Cerchiamo uno che prenda insulti da parte dei clienti che abbiamo truffato. Si richiede capacità di sopportazione e conoscenza del vernacolo locale. Si consiglia l’acquisto di un giubbotto antiproiettile.

 

Responsibilities include escalating feedback to a senior level

Cerchiamo uno che sappia riparare alle minchiate combinate dal senior manager, ma senza offenderlo e senza farlo sentire un coglione. Insomma, un leccaculi di professione al livello di Smithers dei Simpson.

 

Flexible approach to working hours

Scordatevi di avere una vita fuori dal posto di lavoro. Vi conviene mettere una brandina nel ripostiglio.

 

A unique opportunity to work for a highly prestigious firm

Vogliamo sentirci importanti e credere di lavorare per un posto prestigioso. Se fossimo un posto prestigioso riconoscereste subito il nome della compagnia.

 

Flexible and willing to perform other tasks as assigned

Vogliamo uno schiavo che non si faccia problemi se viene chiamato in continuazione da tutti per fare i lavori di merda che nessuno ha voglia di fare. Non vi potete rifiutare in nessun caso, e se a fine giornata non siete riusciti a finire il vostro lavoro vi tocca prendervi le male parole, restare e finirlo. Solo per veri masochisti.

 

Huge opportunities to grow

Non pagano un cazzo, e vi faranno fare un lavoro con una posizione bassissima, che normalmente non vi sognereste neanche di accettare. Però la ditta è in crescita, e mentre state lavorando come spugnetta per francobolli potrete consolarvi al pensiero della vostra promozione, che arriverà presto se dimostrerete lealtà verso l’azienda. Davvero. Verità, è.

 

High achiever, driven to success

Cercano una testa di minchia che faccia straordinari a gratis e che si accolli anche di pulire i cessi con la lingua in cambio della promessa di una promozione. In fondo, a che servono le domeniche a casa se puoi avere una promozione a vice-assistant-project-nerchia manager appena sarà approvato il nuovo budget?

 

We require 25-30 years of experience with graphene nanotubes forging

Poniamo dei requisiti assurdi per sentirci più importanti, ma lo sappiamo bene che qualcuno con requisiti simili non perderebbe mai tempo in un cagaio di ditta come la nostra. Tranquilli, tanto lo sappiamo bene che il 98% dei CV che arrivano sono falsi e non perdiamo neanche tempo a leggerli. Fate finta di non notare che i nostri requisiti sono assurdi, e noi faremo finta di non notare che avete mentito come puttane sul CV.

 

Extensive knowledge of CAD II, Blender and Wolfram Mathematica

Vedi sopra. Se non siete completamente ritardati bastano pochi giorni per imparare a usare le funzionalità base dei programmi, e questo è quello che basta nel 95% dei lavori. Tanto, lo sappiamo che le funzionalità avanzate non le conosce nessuno e le dobbiamo spiegare noi. Basta solo che non vi presentiate senza avere mai neanche aperto il programma.

 

Strong track record in managing a team of several hundred people from different cultures

Vedi sopra. Uno che abbia questo tipo di esperienza non va a cercare lavoro dato che sono le ditte a fare a pugni pur di prenderselo. Sappiamo bene che non troveremo mai uno con esperienza simile, ma lo cerchiamo lo stesso. Basatevi sulle “trasferable skills” e cercate di spiegare come le vostre esperienze di animatore in un asilo di Codroipo possano aiutarvi nella gestione di un team formato da decine di cardiochirurghi provenienti da vari continenti. Se avete una tale faccia da culo da raccontare una balla simile, allora sarete perfetti per il posto di lavoro.

 

Teste di minchia part 12 – Un dialogo con uno delle Risorse Umane

Cari amici, mi sono trovato a leggere un articolo scritto da uno che lavora nel campo delle Risorse Umane.

Premettiamo che da tecnico ho sempre avuto un rapporto particolare con quelli delle Risorse Umane (HR). Mentre il tecnico parla di macchinari, di costi, di pezzi di ricambio e di consumi energetici, lo HR ammorba la minchia con cose utilissime tipo sinergia, empowermentnetworking e domande stile “che tipo di dinosauro vorresti essere?” Forse avrete capito che il mio rapporto con le HR è problematico. Mettiamola così:

 

Questo sono io
Questi sono gli addetti alle HR. Chiaro, no?

 

 

L’articolo in questione era questo:

https://nichilismomonamour.wordpress.com/2017/03/25/il-lavoro-e-la-forza-dei-legami-deboli/

Per chi non avesse lo stomaco di leggerlo, in generale dice che la raccomandazione è una cosa buona e giusta, dato che una percentuale molto alta di raccomandati viene chiamata al colloquio di lavoro, oltre ad avere più successo al colloquio.

Ma in nome di San Giuseppe santo patrono dei mariti cornuti e dei segaioli, siamo nel ventunesimo secolo del cazzo e mi trovo a leggere puttanate simili? Proviamo a fare opera di carità, facciamo finta di trovarci di fronte a un addetto alle HR e di dovergli spiegare come funzionano le cose al di fuori dei suoi sogni malati causati dallo sniffare continuo di bianchetto e di toner da stampante.

Il dialogo

Addetto alle HR

Ciao, sono Gianpiero Brambilla, milanese doc e addetto alle HR! Penso che l’inserimento dei raccomandati sia una cosa buona, dato che le statistiche mostrano che i raccomandati hanno più successo ai colloqui. Abbiate pietà di me se non ho capito un cazzo delle statistiche, sono laureato in Psicologia! E’ già tanto se so contare fino a dieci!

Lavoratore non raccomandato

Tranquillo, Gianpiero, siamo qui per aiutarti! Allora, il fatto che i raccomandati vengano ammessi ai colloqui e che li passino più dei non raccomandati vuol dire solo che il Manager (di solito un coglione tale da fare sembrare te una persona intelligente) si fida della raccomandazione e non sa valutare il candidato, o non ha voglia di farlo. Oppure, deve assumerlo perchè sennò quello che gli ha “referenziato” il candidato si incacchia.

Ah, davvero? Rimane il fatto che le referenze vengono usate da tantissime aziende nel mondo anglosassone! Inoltre, nessuno lascia una referenza sbagliata per non fare brutta figura! Il sistema delle referenze è razionale!

La razionalità direbbe che proprio perchè questo sistema viene usato nel mondo anglosassone non andrebbe usato in un paese civile. Ma veniamo al punto: assumere un raccomandato significa trovarsi in ditta uno che non può essere licenziato per non fare uno sgarbo a quello che lo ha “presentato”. Come risultato, avrai un lavoratore che se la prende comoda, che avrà le promozioni e gli incarichi prestigiosi perchè si, e che non potrà mai essere punito o rimproverato quando farà cazzate. Questo aumenta il carico di lavoro su tutti gli altri lavoratori, facendo perdere produttività all’azienda.

Ma ma ma ma… Col sistema delle raccomandazioni si perde molto meno tempo con lo screening dei candidati e dei curricula!

Fare lo screening dei candidati e dei curricula è proprio il tuo lavoro. Capisco che non hai voglia di lavorare perchè sei un obeso di merda e hai a malapena il cervello per laurearti in Psicologia, ma almeno il tuo lavoro, fallo! A parte l’aspetto morale della faccenda, se assumi il raccomandato stai lasciando a casa una persona più qualificata e motivata del raccomandato, facendo perdere altra competitività all’azienda.

Che c’entra? Io faccio il mio lavoro! Non è compito mio rendere l’azienda competitiva!

Ti capisco. Mi rendo conto che ti sei laureato in Psicologia e hai scelto la carriera delle HR proprio perchè sei troppo obeso, stupido e patologicamente pigro per fare un lavoro vero. Fatti dire un’ultima cosa. Secondo te, tutti i lavoratori capaci e competenti che avete lasciato a casa per assumere incapaci raccomandati, dove sono finiti?

Ah, lo sai? Ti prego, dimmelo! Sono mesi che cerco qualcuno che sappia fare il suo lavoro! Metto annunci dappertutto, mi rispondono solo sedicenni con la terza media e laureati al DAMS!

SONO ANDATI TUTTI ALL’ESTERO! E COL CAZZO CHE TORNERANNO! SUCA STA MINCHIA, TU E LA TUA FABBRICHETTA DI MERDA PIENA DI INCAPACI RACCOMANDATI! IL GIORNO IN CUI FALLIRETE E SARETE RILEVATI DAI CINESI PER DIECI EURO IO MI FARO’ LE MIGLIORI RISATE!

Non ho capito un cazzo.

Tranquillo, non mi aspettavo altro da te. Con questo, abbiamo finito. Grazie per l’intervista.

Grazie a te.

Conclusioni

Si dice che le Risorse Umane siano cancro, ma ciò è sbagliato. Non sono cancro, sono cancro misto a Ebola, AIDS e peste bubbonica! Quando il responsabile alle HR dice tranquillamente che preferisce affidarsi alle raccomandazioni invece di smuovere il culone elefantiaco dalla seggiolina e valutare il candidato per quello che vale (ossia fare il cazzo di lavoro per cui viene pagato), vuol dire che si può tranquillamente sostituire il reparto HR delle ditte con uno scimpanzè morto. I rest my case.

Per i laureati in Psicologia qui presenti: sono sicuro che non avete capito un cazzo. Eccovi un bel paio di tettone per distrarvi.

Post Scriptum

Incredibilmente, lo HR mi ha risposto, dicendo che non ho capito la differenza tra il “raccomandato” e il “referenziato”. Secondo lui in un sistema sano il “referenziato” è una cosa differente dal raccomandato, ossia è una persona che ha avuto l’aggancio per entrare ma quando si trova dentro viene trattata alla pari degli altri.

In tanti anni, tutti i “referenziati” che ho visto erano anche dei raccomandati intoccabili che mandavano in merda l’azienda. Ciò vale sia per l’UK che per l’Italia. Non escludo che possa esistere un “referenziato” non raccomandato, e che in caso non sarebbe la sciagura che è. Io non ne ho mai visto uno.