Life in modern England part 23 – “Bite your tongue”

Branco di coglionazzi, eccovi un altro articolo scritto nel vano tentativo di spiegare qualcosa riguardo alla cultura e alla mentalità britannica.

 

Appena arrivato in UK, ho cominciato a frequentare gente di destra civilizzata e a esprimere le mie idee di destra in maniera estremamente dettagliata e colorita. Una delle prime cose che mi è stata detta in UK è stata: “If you want to live in UK learn to bite your tongue.” Cosa significa questa frase, miei piccoli mongolucci tanto tanto speciali?

SIGNIFICA CHE IN UK VIGE LA DITTATURA DEL POLITICALLY CORRECT

 

Facciamo un esempio pratico. Negli ultimi anni l’UK è stata colpita dal fenomeno delle “Asian grooming gangs“. In pratica sono bande di uomini che si vanno a cercare ragazzine del sottoproletariato inglese, le attraggono regalando alcool, droghe e accessori vari, e poi le ricattano costringendole a lavorare come mignotte. Molte di quelle ragazze vanno dai 12 ai 18 anni e sono costrette a “servire” dozzine di uomini a sera dietro minaccia di morte.

Vari agenti di polizia, assistenti sociali, medici e genitori hanno cercato di intervenire o di coinvolgere le forze dell’ordine. In tutti i casi, sono stati rimproverati, hanno avuto problemi sul lavoro e sono stati accusati di razzismo. Molti di loro sono stati arrestati o costretti a seguire corsi di “sensitivity training” per curarli dalle loro “tendenze razziste”. Eccovi alcuni dei colpevoli dopo la condanna definitiva:

La banda di stupratori di Newcastle. Quella in basso a dx non è Skrillex, ma una donna inglese.

 

Gli stupratori di Rochdale (Manchester)

 

Ricordate, sono “Asians”, non “muslims”

 

 

Gli stupratori di Bristol

 

PER I DEMENTI IN ASCOLTO: qui si parla solo di criminali già condannati. I processi sono già finiti con condanne pesanti. Le violenze carnali sono avvenute davvero, e sono state condannate dal tribunale. In UK non esistono i processi-spettacolo italiani, la legge proibisce di parlare dei crimini se non alla fine del processo quando vengono dichiarati condannati e assolti. In questi casi, le violenze sono avvenute cinque o sei anni fa.

Non notate niente di particolare nei condannati? Proprio niente? Beh, Sarah Champion, una parlamentare di sinistra con la posizione di ministra (all’opposizione) per l’uguaglianza e per i diritti delle donne, ha osato scrivere un articolo in cui diceva che la giustizia inglese ha ignorato per anni le denunce e i rapporti per non apparire “razzista”, e che quelli che provavano a denunciare venivano intimiditi, attaccati, ignorati e accusati di “razzismo”. Secondo il suo articolo, la cultura del Political Correctness aveva coperto gli abusi dei pakistani, perchè era più importante non farsi accusare di razzismo che proteggere delle minorenni dallo stupro. Il suo suggerimento era quello di fornire più supporto e credibilità alle vittime per evitare che fatti del genere possano ripetersi.

L’articolo completo si trova qui.

Ora, provate a immaginarvi cosa sia successo all’onorevole Sarah Champion:

Risposta A) Sarah è stata acclamata per avere osato dire quello che tanti pensano ma non osano dire. Gli inglesi hanno cominciato a smantellare il carrozzone della Political Correctness

Risposta B) Sarah è stata ignorata. Razzismo o non razzismo, quelle persone hanno commesso reati penali che sono stati puniti duramente.

Risposta C) Sarah è stata accusata di razzismo per avere osato parlare male dei pakistani. Il suo stesso partito l’ha pugnalata alle spalle e l’ha costretta alle dimissioni per essere stata RAZZISTAAAAA

Ecco la risposta. Spero ci siate arrivati da soli, ma non credo.

San Nigel aiutaci tu!

Se pensate che l’immagine sia satirica, cliccate qui e avrete una brutta sorpresa.

CONSEGUENZE

Cosa impariamo da ciò? Semplice! In UK non puoi neanche fiatare contro i nostri amici musulmani. Prova a dire una parola contro un musulmano, e la tua carriera è finita. Se una parlamentare donna di sinistra ha avuto la carriera stroncata per avere detto una ovvietà, allora quanto ci metteranno prima di stroncare la carriera a uno di voi? Soprattutto se siete studenti o se lavorate nel campo dell’insegnamento, dire una mezza parola contro un islamico è un suicidio, non importa quanto lui possa avere torto e voi ragione. Le risorse umane (gestite da donne completamente deficienti) e le direzioni scolastiche (idem) vi metteranno in croce solo perchè siete maschi bianchi. Se siete terroni e dite di avere radici middle eastern potete volgerlo a vostro vantaggio, ma è rischioso. In generale, le norme da seguire sono queste:

  • Se dovete dire qualcosa di positivo su qualcuno, dite che è un “Muslim”. Ad esempio, il sindaco di Londonistan è “Muslim”.
  • Se dovete dire qualcosa di negativo su qualche pakistano musulmano del cazzo, dite che è “Asian”. Ad esempio, il vostro padrone di casa ladro e razzista è “Asian”.
  • Non dite mai una parola sull’Islam. Fate finta di non sapere cosa sia. Se qualcuno prova a stuzzicarvi parlando male dell’Islam, fate finta di non sentirlo. Alzatevi e andatevene senza parlare.
  • Ricordate che in caso di contesa al musulmano basta dire: “he is racist!” per avere ragione. Evitate le polemiche perchè non servono a niente.
  • Gli sbirri sono sempre da considerarsi dalla parte del nemico. Anche se molti di loro la pensano come voi, sono la professione più tenuta sotto controllo dal punto di vista della Political Correctness e sono costretti a pesare ogni parola e ogni gesto pena licenziamento. Se dovete avere a che fare con loro non dite una parola senza l’avvocato. Al massimo confermate i vostri dati personali.
  • Evitate di commentare su fatti di cronaca o su avvenimenti. Qualunque cosa vi chiedano, fate finta di non saperne niente. Nessuno potrà mai condannarvi se apparite stupidi e ignoranti. Meglio stupidi e ignoranti che colpevoli di psicoreati!
Il mio atteggiamento verso la Political Correctness

 

 

 

UPDATE UPDATE UPDATE UPDATE

Pochi giorni dopo il fattaccio, una deputata laburista musulmana di nome Naz Shah ha messo il mipiace e ha ritweetato un Tweet scritto da un noto account troll che fa il verso ai sinistrorsi multikulti petalosi di oggi. Tale Tweet diceva “Le vittime di Rotherham e degli altri posti devono imparare a starsi zitte per il bene della diversità!” A onor del vero, il Tweet è stato cancellato dopo otto minuti e la sinistrorsa ha tirato fuori la tipica, pietosa scusa del “Ho ricondiviso per sbaglio!” La musulmana non è nuova a episodi di questo tipo, tutti accolti con grande tolleranza da quel neomarxista del cazzo petaloso di Corbyn. Lo stesso Corbyn che bacia il culo di una musulmana fanatica, dopo avere costretto alle dimissioni una sua compagna di partito per aver osato dire che in UK ci sono bande di pakistani (non di musulmani) che violentano le ragazze.

L’articolo è questo. Non c’è che dire, quando non si riescono più a distinguere gli articoli seri dagli articoli dei siti troll vuol dire che nella società c’è qualcosa di veramente sbagliato. A volte ho difficoltà serie nel distinguere gli articoli di Lercio.it da quelli della “cronaca seria”.

Riguardo a Corbyn (neomarxista petaloso del cazzo), penso che questo spieghi la mia idea su di lui:

 

Un dottore si ritrova a parlare con un contadino di 75 anni mentre gli ricuciva una mano che gli era rimasta chiusa in un cancello. Si finisce col parlare di Corbyn e del suo ruolo di dirigente del Labour Party. Il vecchietto dice: “Per me questo è una tartaruga da staccionata.” Notando la perplessità del medico, il vecchietto spiega: “Immaginati di andare in campagna e di vedere una tartaruga appoggiata in cima a una staccionata. Puoi stare sicuro che non ci è salita da sola, non dovrebbe stare lassopra, non sa cosa fare, si trova in un posto dove non può fare niente di utile, e ti domandi chi sia il deficiente che l’ha messa la in cima a una staccionata.” 

La migliore spiegazione riguardo a Jeremy Corbyn che abbia mai sentito.

Life in modern England part 22 – la cuntishness

Cari amici, oggi parleremo di uno degli aspetti tipici della cultura inglese, la cuntishness, ossia il comportarsi da cunt. Ma cosa e’ la cunt?

Letteralmente la parola cunt indica la fregna ed è un termine estremamente volgare. Alcuni lo traducono con “stronzo” o “figlio di puttana“, ma la traduzione è imprecisa. Così come il termine terronide “cazzimma” indica generalmente tutto il modo di pensare del terronide saudita mafioso/camorrista e la sua pretesa di credersi più furbo e sveglio di tutto il resto dell’umanità, il termine inglese “cunt” indica proprio il modo di vivere e di pensare degli inglesi. In pratica non si può capire il termine cunt senza avere avuto a che fare personalmente con degli inglesi e col loro modo di vivere e di rapportarsi con l’universo. Sentiamo cosa dice a proposito uno degli arcieri inglesi della battaglia di Agincourt:

In generale, il cunt è il comportamento di quell’inglese proprio stronzo, fastidioso, cattivo, prepotente e offensivo nell’anima. Lo si può tradurre con “tipica strafottenza anglosassone”, ma più che un comportamento è un modo di vivere. I punti più importanti da considerare sono questi:

  • Il cunt non ci guadagna niente a fare il cunt. Le sue offese e le sue cattiverie sono assolutamente gratuite.
  • Il cunt non reagisce a degli insulti o attacchi. Il cunt comincia a comportarsi da cunt appena ti vede per la prima volta, senza nessuna provocazione possibile. Tale comportamento lascia stupefatto lo straniero, che arriva a chiedersi: “ma questo coglione mi ha preso per qualcuno che gli ha fatto uno sgarbo? Io non l’ho mai visto in vita mia!”
  • Il cunt non smetterà mai di fare il cunt, non importa quanto cortese o diplomatico sia quello che lui sta maltrattando.
  • Le prepotenze del cunt spesso sono cosette da niente, vere bambinate che lasciano la vittima stupefatta. Ci si chiede perchè il cunt si dia la pena di fare quelle bambinate, ma non c’è risposta. Cunts will be cunts.
  • Il problema serio è quando il cunt ha una posizione di potere. In tal caso, l’unica cosa da fare è levarsi dalle palle immediatamente. I posti infestati da manager o supervisor affetti da cuntishness sono incredibilmente sgradevoli, anche perchè tutti quelli che non sono masochisti, coglioni o disperati se ne vanno appena possibile.
  • Il cunt si può gestire solo con la violenza. Una minaccia credibile, preferibilmente attuata in un posto tranquillo senza telecamere, renderà il cunt gestibile. In ogni caso, il cunt continuerà ad essere un cunt, si terrà solo più lontano da voi e cercherà di farvi le prepotenze in modo più subdolo.
  • Gli inglesi conoscono benissimo il fenomeno della cuntishness, e lo considerano uno dei tanti fatti spiacevoli ma inevitabili della vita, come la guerra, le tasse, le malattie o i terroni. Lamentarsi con un inglese perchè un altro inglese si comporta da cunt non serve a niente, al massimo si stringerà nelle spalle e vi dirà: “British people are cunts. Get over it.

Ipotesi

Alcuni ipotizzano che il fenomeno della cuntishness venga dal fatto che in UK alcoolismo e tossicodipendenza sono problemi endemici, e che ciò fotta completamente la loro testa. Molti inglesi sarebbero considerati “alcoolizzati seri” se vivessero in altri paesi. In UK è normale vedere gente andare al lavoro con i postumi del doposbronza o direttamente ancora ubriaca dalla sera prima, cosa che in Italia non sarebbe accettata se non tra i muratori veneti.

Un altro problema gravissimo della gente inglese è il consumo enorme di erba, in particolare di una forma orribile di super skunk geneticamente modificata che causa nervosismo, paranoia e aggressività che durano molto a lungo dopo la fumata. In generale fumo ed erba inglesi fanno schifo e hanno un effetto veramente pesante, particolarmente nei cannoni misura cavallo che fumano qui.

Tralasciamo il fenomeno cocaina, per favore. Se vivete a Londonistan avrete già capito di cosa sto parlando. Meno se ne parla meglio è.

Conclusioni

 

Se avrete a che fare con gli inglesi, prima o poi avrete a che fare con un cunt. Non fatevi problemi, sono loro ad essere cunt di natura e non voi ad avere sbagliato qualcosa. Imparate a gestirli e a considerarli parte del paesaggio.

 

Life in modern England part 21 – Le offerte di lavoro

Cari amici, oggi parleremo delle offerte di lavoro in lingua inglese. Come avrete già capito, i nostri amici inglesi hanno una concezione particolare del modo in cui bisogna usare la lingua. Ciò vale particolarmente negli ambiti fighetti corporativi.

Un esempio di tale mentalità viene dalle offerte di lavoro, che usano un linguaggio particolare in modo da ammantarsi di un’aria di professionalità e mistero anche quando stanno cercando personale importante per l’ufficio o stagisti.  Per vostra grande fortuna, oggi il Rettiliano Verace vi insegnerà cosa vogliono dire tutte quelle frasi misteriose che si trovano nelle offerte di lavoro! Non che ve ne fotta niente, siete un branco di coglioni sotto benefits la cui massima aspirazione è servire ò cafè annero nella bettola di Don Ciro ò camorrista… Vabbè, ogni scrittore ha i lettori che si merita.

 

Entry level job

Questo è l’equivalente del nostro “cercasi apprendista con esperienza”. Il titolare ha bisogno di qualcuno che gli faccia un lavoro, ma vuole pagarlo con sputi in faccia e biglietti usati del tram. Se vi assumeranno, pretenderanno che voi ne sappiate più di un esperto, vi pagheranno meno di un lavacessi e vi tratteranno di merda dato che vi stanno “insegnando il mestiere”. Ovviamente, faranno di tutto per spremervi senza insegnarvi niente, non sia mai che iniziate a chiedere una paga decente. Dopo un po’, vi renderete conto che la paga è da entry level, ma il lavoro non lo è. Evitate pure di chiedere un aumento o un contratto decente, è più probabile che il titolare vi faccia trombare sua figlia.

 

Fast-paced environment

Il posto di lavoro è un inferno dantesco, con dieci persone che lavorano nello spazio per cinque persone, con le risorse di quattro persone e facendo il lavoro di venti persone. Sono tutti isterici, urlano tutti come pazzi, sono costretti a fare ore di straordinario non pagato per rientrare nel carico di lavoro, e hanno un bisogno disperato di qualcuno che li aiuti. Il problema è che nessuno ha il tempo per inserire il nuovo arrivato, non ci sono le risorse per farlo lavorare, il budget è già finito e nessuno ha idea di come inserire il nuovo arrivato, dove e perchè. In compenso, se sapete imboscarvi bene e fare finta di lavorare nessuno vi verrà a scassare la minchia finchè il titolare non si farà i conti e non vedrà che essenzialmente non avete portato nessuna differenza sul carico di lavoro. Insomma, il posto perfetto per un parassita furbo con tanta parlantina.

Un’altra caratteristica è il cambiare continuo delle idee e degli obiettivi aziendali a seconda delle liti interne tra i manager. Vi può capitare di passare tutta la mattina a fare un lavoro, e tutto il pomeriggio a disfarlo perchè la moglie del manager ha cambiato idea. Tanto vi pagano uguale, ma per uno che ci tiene a fare un buon lavoro ciò è una tortura.

 

Looking for a self starter

Il titolare aveva una sola persona che sapesse fare andare avanti la baracca a prezzo di sforzi inenarrabili. Purtroppo lo ha spremuto tanto e gli ha rotto tanto i coglioni che quello è finito in manicomio con la camicia di forza, oppure si è licenziato. La risposta del titolare è stata: “Ah, ma chi cazzo ti credi di essere, tanto ne trovo quanti ne voglio che facciano il tuo lavoro!

Adesso, la ditta è in condizioni di emergenza. Il sistema che prima funzionava ora è andato completamente a puttane, e nessuno sa cosa fare. Non ci sono manuali, non ci sono guide, tutto è stato modificato manualmente, e l’unica persona al mondo che potrebbe aiutarvi si trova in una stanza imbottita con un’infermiera che gli sta iniettando le benzo. Oppure, la persona che c’era prima di voi sta benissimo, ma non si sognerebbe mai di aiutarvi perchè vuole solo che la ditta fallisca e il titolare finisca per vendere il culo.

Questa situazione potrebbe volgersi a vostro vantaggio se siete abbastanza esperti da scardinare via il vecchio sistema e costruirne un altro a partire da zero, ma si tratta di un lavoro enorme. Tra parentesi, se quello che c’era prima se ne è andato probabilmente aveva ottimi motivi per andarsene.

 

We work hard, we party harder

L’ambiente di lavoro è un tale inferno che l’unico modo possibile per sopravvivere è farsi di cucaina tutta la settimana e passare tutto il weekend a stordirsi di calmanti o a ubriacarsi fino allo svenimento. Tale situazione è comune tra i venditori, ma si trova anche in altri ambiti.

FATTORI A SFAVORE: Dovete avere a che fare tutto il giorno con gente rincoglionita e paranoide. In poco tempo comincerete a somigliare a Lapo Elkhan. Le emorragie nasali sono fastidiose.

FATTORI A FAVORE: Nessuno si farà problemi quando andrete al lavoro ubriachi e pippati. Di solito c’è anche lo spaccino aziendale. Si fanno dei bei soldi, ma vanno via molto velocemente.

 

Salary up to XXX pounds per year

Pagano a commissione. Devo dire altro?

 

Be your own boss

Pagano a commissione, e devi pure pagare per attrezzature, formazione e altro.

 

Looking for somebody who can commit

Non riusciamo a tenerci le persone, dato che le trattiamo di merda e le paghiamo a sputi in faccia. Tutti quelli che non sono disperati se ne vanno schifati in tempo niente. Gli unici che restano non sanno fare assolutamente niente e hanno mentito come puttane sul CV. Vogliamo qualcuno che rimanga, qualcuno che capisca come lavorare per noi sia un ONORE! Altro che chiedere paga e trattamento decenti! Dovreste essere voi a pagare noi per consentirvi di lavorare in una ditta meravigliosa come questa!

 

Get on with a wide range of personalities

Cerchiamo qualcuno che sappia lavorare in team insieme a un sadico coprofilo, a un uomo che si lava due volte l’anno, a un nu-male femminista e a un cocainomane isterico con gli attacchi di paranoia. Dovete saper fare teamworking, qualunque cosa essa sia.

 

Looking for a motivated individual to start with immediate effect

Non abbiamo tempo e risorse nemmeno per spiegarvi dov’è il bagno. Rispondete solo se siete in grado di iniziare a lavorare immediatamente senza nemmeno un secondo di formazione. Quello che c’era prima se ne è andato sbattendo la porta dopo avere scugnato la faccia al project manager con un cazzotto. A proposito, cerchiamo anche un project manager.

 

An opportunity to join the business at an exciting time of transition

Uno dei vecchi manager se ne è scappato a Capo Verde con i soldi, le puttane e tutta la cucaina che c’era in cassaforte. Metà dei dipendenti si sono licenziati, gli altri non sanno che pesci pigliare. Non ci capisce più un cazzo nessuno, e se chiedete cosa si deve fare vi arriveranno dieci risposte differenti. Non sappiamo neanche se ci sarà ancora la ditta nei prossimi due mesi. I pochi dipendenti che sono rimasti sono scazzati a morte, stressati e impauriti. Non provate a parlarci, o vi prenderanno a sberle.

 

Customer focused

Cerchiamo uno che prenda insulti da parte dei clienti che abbiamo truffato. Si richiede capacità di sopportazione e conoscenza del vernacolo locale. Si consiglia l’acquisto di un giubbotto antiproiettile.

 

Responsibilities include escalating feedback to a senior level

Cerchiamo uno che sappia riparare alle minchiate combinate dal senior manager, ma senza offenderlo e senza farlo sentire un coglione. Insomma, un leccaculi di professione al livello di Smithers dei Simpson.

 

Flexible approach to working hours

Scordatevi di avere una vita fuori dal posto di lavoro. Vi conviene mettere una brandina nel ripostiglio.

 

A unique opportunity to work for a highly prestigious firm

Vogliamo sentirci importanti e credere di lavorare per un posto prestigioso. Se fossimo un posto prestigioso riconoscereste subito il nome della compagnia.

 

Flexible and willing to perform other tasks as assigned

Vogliamo uno schiavo che non si faccia problemi se viene chiamato in continuazione da tutti per fare i lavori di merda che nessuno ha voglia di fare. Non vi potete rifiutare in nessun caso, e se a fine giornata non siete riusciti a finire il vostro lavoro vi tocca prendervi le male parole, restare e finirlo. Solo per veri masochisti.

 

Huge opportunities to grow

Non pagano un cazzo, e vi faranno fare un lavoro con una posizione bassissima, che normalmente non vi sognereste neanche di accettare. Però la ditta è in crescita, e mentre state lavorando come spugnetta per francobolli potrete consolarvi al pensiero della vostra promozione, che arriverà presto se dimostrerete lealtà verso l’azienda. Davvero. Verità, è.

 

High achiever, driven to success

Cercano una testa di minchia che faccia straordinari a gratis e che si accolli anche di pulire i cessi con la lingua in cambio della promessa di una promozione. In fondo, a che servono le domeniche a casa se puoi avere una promozione a vice-assistant-project-nerchia manager appena sarà approvato il nuovo budget?

 

We require 25-30 years of experience with graphene nanotubes forging

Poniamo dei requisiti assurdi per sentirci più importanti, ma lo sappiamo bene che qualcuno con requisiti simili non perderebbe mai tempo in un cagaio di ditta come la nostra. Tranquilli, tanto lo sappiamo bene che il 98% dei CV che arrivano sono falsi e non perdiamo neanche tempo a leggerli. Fate finta di non notare che i nostri requisiti sono assurdi, e noi faremo finta di non notare che avete mentito come puttane sul CV.

 

Extensive knowledge of CAD II, Blender and Wolfram Mathematica

Vedi sopra. Se non siete completamente ritardati bastano pochi giorni per imparare a usare le funzionalità base dei programmi, e questo è quello che basta nel 95% dei lavori. Tanto, lo sappiamo che le funzionalità avanzate non le conosce nessuno e le dobbiamo spiegare noi. Basta solo che non vi presentiate senza avere mai neanche aperto il programma.

 

Strong track record in managing a team of several hundred people from different cultures

Vedi sopra. Uno che abbia questo tipo di esperienza non va a cercare lavoro dato che sono le ditte a fare a pugni pur di prenderselo. Sappiamo bene che non troveremo mai uno con esperienza simile, ma lo cerchiamo lo stesso. Basatevi sulle “trasferable skills” e cercate di spiegare come le vostre esperienze di animatore in un asilo di Codroipo possano aiutarvi nella gestione di un team formato da decine di cardiochirurghi provenienti da vari continenti. Se avete una tale faccia da culo da raccontare una balla simile, allora sarete perfetti per il posto di lavoro.