Life in modern England part 22 – la cuntishness

Cari amici, oggi parleremo di uno degli aspetti tipici della cultura inglese, la cuntishness, ossia il comportarsi da cunt. Ma cosa e’ la cunt?

Letteralmente la parola cunt indica la fregna ed è un termine estremamente volgare. Alcuni lo traducono con “stronzo” o “figlio di puttana“, ma la traduzione è imprecisa. Così come il termine terronide “cazzimma” indica generalmente tutto il modo di pensare del terronide saudita mafioso/camorrista e la sua pretesa di credersi più furbo e sveglio di tutto il resto dell’umanità, il termine inglese “cunt” indica proprio il modo di vivere e di pensare degli inglesi. In pratica non si può capire il termine cunt senza avere avuto a che fare personalmente con degli inglesi e col loro modo di vivere e di rapportarsi con l’universo. Sentiamo cosa dice a proposito uno degli arcieri inglesi della battaglia di Agincourt:

In generale, il cunt è il comportamento di quell’inglese proprio stronzo, fastidioso, cattivo, prepotente e offensivo nell’anima. Lo si può tradurre con “tipica strafottenza anglosassone”, ma più che un comportamento è un modo di vivere. I punti più importanti da considerare sono questi:

  • Il cunt non ci guadagna niente a fare il cunt. Le sue offese e le sue cattiverie sono assolutamente gratuite.
  • Il cunt non reagisce a degli insulti o attacchi. Il cunt comincia a comportarsi da cunt appena ti vede per la prima volta, senza nessuna provocazione possibile. Tale comportamento lascia stupefatto lo straniero, che arriva a chiedersi: “ma questo coglione mi ha preso per qualcuno che gli ha fatto uno sgarbo? Io non l’ho mai visto in vita mia!”
  • Il cunt non smetterà mai di fare il cunt, non importa quanto cortese o diplomatico sia quello che lui sta maltrattando.
  • Le prepotenze del cunt spesso sono cosette da niente, vere bambinate che lasciano la vittima stupefatta. Ci si chiede perchè il cunt si dia la pena di fare quelle bambinate, ma non c’è risposta. Cunts will be cunts.
  • Il problema serio è quando il cunt ha una posizione di potere. In tal caso, l’unica cosa da fare è levarsi dalle palle immediatamente. I posti infestati da manager o supervisor affetti da cuntishness sono incredibilmente sgradevoli, anche perchè tutti quelli che non sono masochisti, coglioni o disperati se ne vanno appena possibile.
  • Il cunt si può gestire solo con la violenza. Una minaccia credibile, preferibilmente attuata in un posto tranquillo senza telecamere, renderà il cunt gestibile. In ogni caso, il cunt continuerà ad essere un cunt, si terrà solo più lontano da voi e cercherà di farvi le prepotenze in modo più subdolo.
  • Gli inglesi conoscono benissimo il fenomeno della cuntishness, e lo considerano uno dei tanti fatti spiacevoli ma inevitabili della vita, come la guerra, le tasse, le malattie o i terroni. Lamentarsi con un inglese perchè un altro inglese si comporta da cunt non serve a niente, al massimo si stringerà nelle spalle e vi dirà: “British people are cunts. Get over it.

Ipotesi

Alcuni ipotizzano che il fenomeno della cuntishness venga dal fatto che in UK alcoolismo e tossicodipendenza sono problemi endemici, e che ciò fotta completamente la loro testa. Molti inglesi sarebbero considerati “alcoolizzati seri” se vivessero in altri paesi. In UK è normale vedere gente andare al lavoro con i postumi del doposbronza o direttamente ancora ubriaca dalla sera prima, cosa che in Italia non sarebbe accettata se non tra i muratori veneti.

Un altro problema gravissimo della gente inglese è il consumo enorme di erba, in particolare di una forma orribile di super skunk geneticamente modificata che causa nervosismo, paranoia e aggressività che durano molto a lungo dopo la fumata. In generale fumo ed erba inglesi fanno schifo e hanno un effetto veramente pesante, particolarmente nei cannoni misura cavallo che fumano qui.

Tralasciamo il fenomeno cocaina, per favore. Se vivete a Londonistan avrete già capito di cosa sto parlando. Meno se ne parla meglio è.

Conclusioni

 

Se avrete a che fare con gli inglesi, prima o poi avrete a che fare con un cunt. Non fatevi problemi, sono loro ad essere cunt di natura e non voi ad avere sbagliato qualcosa. Imparate a gestirli e a considerarli parte del paesaggio.